Zweihander (Spadone)

Chiamato anche Montante o Spadone – termini con i quali si designano armi leggermente diverse, ma che poniamo nella stessa categoria di utilizzo. Si tratta di una spada a due mani molto grande e ingombrante, più simile a un’arma ad asta che a una spada vera e propria. La punta non è di norma molto acuminata ma la grande leva consente colpi potenti sia nel taglio che nella percussione. Fornisce un grande allungo ma poca maneggevolezza, per via del bilanciamento non ottimale.

Zweihander Montante Spadone
Tre tipi di Spadone tedeschi al Museo delle Armi Antiche di San Marino – (Ph. Samuele Pareschi)

Lo Zweihander, letteralmente “due mani”, è il grande spadone che forse più di ogni altra arma caratterizza i mercenari tedeschi conosciuti come Lanzichenecchi. Benché tragga le sue origini dalla classica spada a due mani dei cavalieri medievali trecenteschi, questa spada assume dimensioni così imponenti e fattezze tali per cui potrebbe essere a ragione considerata un’arma ad asta, più che una spada vera e propria. La sua lunghezza, così come i denti d’arresto più comuni nelle lance, fanno infatti pensare ad un uso simile a queste ultime sul campo di battaglia.
I mercenari che utilizzavano questo spadone facevano parte di quelli conosciuti come “Doppelsöldner”, perché erano pagati il doppio degli altri: le loro capacità, infatti, li rendevano guerrieri micidiali, e lo Zweihander era perfetto anche per difendere lo stendardo dell’esercito. Questa spada andava continuamente tenuta in movimento e i colpi che menava erano capaci di spezzare picche, fracassare elmi e tenere alla larga un gran numero di nemici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close